Luis Fazani Sanches

Luis Fazani Sanches

Head of Supply Chain LATAM

San Paolo, Brasile

THE CARE GIVER

Com’è stato il tuo percorso professionale in Luxottica? Come hai iniziato e che ruolo ricopri ora?

Sono entrato a far parte di Luxottica a giugno 2014, nella divisione Corporate Demand Planning Wholesale di Agordo.
All'epoca, abbiamo avuto l'idea di sviluppare team locali per la pianificazione della domanda, dato che gran parte del processo e delle attività era gestita dalla divisione Corporate, e il gruppo ha sentito la necessità di disporre di team locali più vicini al mercato.
Pertanto, sono stato assunto da Luxottica Brasile e mi sono trasferito ad Agordo per conoscere i processi, i sistemi e la rete globale.
Dopo 18 mesi, sono tornato in Brasile per occuparmi di Demand Planning Wholesale Eyewear, impegnandomi per aumentare l'autonomia del team locale nello svolgimento delle attività gestite a livello aziendale.
Dopo un anno, eravamo la prima impresa controllata a possedere la totalità delle attività di pianificazione della domanda e siamo diventati il punto di riferimento per altri team a livello locale.
Così, anno dopo anno, le mie responsabilità sono aumentate fino ad occuparmi della divisione AFA (Apparel Footwear Accessories) e dei canali dedicati all’e-commerce.
Poi, nel 2018, sono diventato responsabile delle attività di pianificazione della domanda per l’America Latina, con l’obiettivo di organizzare e migliorare i risultati di questi paesi.

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Instaurare rapporti, poiché per la divisione Demand Planning è importante conoscere le attività e i team operativi.

Qual è stato il progetto più impegnativo su cui hai lavorato? Quali sono stati i risultati?

Un progetto ambizioso dei nostri dirigenti era quello di disporre di team locali per la pianificazione della domanda. In pratica, ho guidato un progetto pilota che mi ha dato l’opportunità di andare in azienda con l’obiettivo di imparare il più possibile. Quando sono tornato in filiale avevo una visione sia locale che globale e ho condiviso le conoscenze apprese con il gruppo, al fine di migliorare il processo e raggiungere i risultati previsti.
Oggi, tutte le filiali dispongono di team locali, vicini al mercato per poter migliorare il livello di servizio e l'esperienza dei nostri clienti.

Quale consiglio daresti agli studenti universitari o ai giovani professionisti che vorrebbero intraprendere una carriera nel settore della pianificazione della domanda?

Per lavorare nella divisione Demand Planning è necessario avere una buona dose di resilienza, spirito di adattamento e capacità di affrontare situazioni diverse, perché a volte può essere molto complesso gestire le previsioni future; inoltre, occorre essere preparati a possibili cambiamenti di programma, fornendo ai team aziendali le informazioni giuste al momento giusto.